Se ripenso al mio viaggio alle Seychelles, non posso fare a meno di ricordare gli splendidi colori delle sue isole.
Non sono riuscita a trovarli più in nessun altro posto nel mondo.
In particolare, due isole delle Seychelles mi hanno rapito il cuore, più precisamente le loro spiagge che sono la rappresentazione più vicina a quella di paradiso terrestre. Vi parlo di Praslin e La Digue.

Dopo aver trascorso i primi giorni a Mahè, tra la visita della piccola capitale e qualche ora di relax lungo la spiaggia di Beau Vallon, era già ora di fare i bagagli e ripartire.
Il mio viaggio alle Seychelles doveva proseguire e sapevo già che, ad attendermi, avrei trovato un posto ancora più bello, anzi due. Le stupende isole Praslin e La Digue.

scogli di colore marrone con acqua trasparente che crea schiuma sulla riva

L’isola di Praslin

Praslin è la seconda isola delle Seychelles per grandezza però, per me, rimane la prima per la bellezza delle sue spiagge.
Il modo più comodo per raggiungere Praslin è con un piccolo volo di 15 minuti da Mahè, operato dalla compagnia Air Seychelles. Viene effettuato con aeromobili ad elica da 6/8 posti e ci sono diverse partenze durante il giorno.
Il mio posto preferito? Quello vicino al finestrino.
Il mare azzurro che si estende senza fine, quasi a diventare una cosa solo con il cielo e, piano piano, scorgere in lontananza Praslin. Non vi accorgerete nemmeno di essere partiti.
Per chi lo desidera, esiste anche un trasferimento in barca da Mahè ma non è mai consigliabile, nemmeno nei periodi con un clima migliore, perché potreste avere dei problemi a sopportare l’eccessivo movimento in mare.

Da visitare a Praslin: Valle de Mai

Al contrario di Mahè, l’isola di Praslin è quella che consiglio a chi desidera un maggiore relax durante il viaggio.
L’unica attività che avrete modo di svolgere è la visita del parco Valle de Mai, un pezzo di antica foresta primaria rimasto intatto ed uno dei siti UNESCO delle Seychelles.
Un luogo di estrema bellezza dove trascorrere qualche ora immersi nella natura e circondati dalle palme che crescono spontaneamente e che producono il frutto tipico di queste isole, il coco de mer. Non vi fa un po’ ridere la sua forma?

Le migliori spiagge di Praslin

Al contrario di Mahè, dove il mare è bello ma non rimane impresso nella mente, a Praslin ogni spiaggia vi farà innamorare.
Vi sembrerà di sognare per la bellezza del suo mare, dalle numerose sfumature d’azzurro, in perfetto contrasto con la sabbia bianca e fine dove troverete sparsi massi granitici di diversi colori e grandezze. Sicuramente li avrete visti nelle foto che compaiono online, a me hanno sempre dato l’idea di non essere veri. Dal vivo sono ancora più sorprendenti e non crederete ai vostri occhi.
Un’altra particolarità delle spiagge è la vegetazione che si espande così tanto da arrivare quasi alla riva; verde, folta, da l’idea di un luogo selvaggio ed incontaminato. Come piace a me.
A Praslin ce ne sono tantissime, risulta quasi difficile parlarne in un solo articolo ma le migliori spiagge sono le seguenti:

La spiaggia di Anse Lazio

Quando mi chiedono di descrivere le Seychelles, io ripenso a questa spiaggia ed ai suoi colori. Credo di non averne mai vista una più bella e non solo per il suoi mare azzurro o per la sabbia bianca.
La spiaggia di Anse Lazio è unica anche per la sua natura rigogliosa che si spinge fino alla riva e crea una composizione armoniosa accostandosi agli enormi massi granitici adagiati sulla sabbia. Un tripudio di colori così incredibile da ammirare da non sembrare reale.
Mi immagino ancora li, intenta a contemplare la sua bellezza mentre mi avvicino all’acqua, pronta a tuffarmi in quel mare, incredibilmente trasparente.
Ci metto poco ad entrare; senza la barriera corallina l’acqua diventa subito alta ma è piacevole perché la temperatura è perfetta. Non so dove guardare, i miei occhi spaziano dall’orizzonte che si perde con la linea del cielo, alla riva vicino a me da dove spiccano i folti arbusti, così chiudo gli occhi e mi lascio cullare dal mare.

Per le famiglie, la spiaggia di Anse Lazio è un luogo perfetto; nonostante i turisti che ogni giorno visitano questa zona, il numero delle persone non è mai elevatissimo e permette di vivere in totale tranquillità questo tratto di mare paradisiaco.
Vi consiglio di arrivare in macchina (ci sono dei parcheggi davanti la spiaggia) o in taxi. C’è anche un servizio di autobus ma la fermata non è molto vicina e la strada che rimane è da fare in salita.
A disposizione un piccolo bar e qualche ristorante. Estrema attenzione durante il periodo invernale, poiché possono esserci forti correnti.

Anse Georgette ed Anse Kerlan

La spiaggia di Anse Georgette è davvero esclusiva e non sempre possibile da visitare. È possibile raggiungerla via mare, arrivando in barca durante delle escursioni organizzate oppure con accesso diretto dal resort Constance Lemuria. Per questa opzione va richiesto il permesso alla struttura con qualche giorno d’anticipo, in modo da evitare di non essere accettati. Dall’ingresso, vi attenderà una lunga passeggiata di 30 minuti, attraversando il campo da golf della struttura.

A rendere splendida la spiaggia di Anse Georgette, oltre la sua esclusività, è soprattutto la natura incontaminata, che viene mantenuta poiché non c’è nulla di costruito. Un angolo di tranquillità dove ci potrete essere soltanto voi, il mare e le palme.
Alla fine di Anse Georgette, inizia la spiaggia di Anse Kerlan, sempre esclusiva del resort ed unite e formano uno dei più bei tratti di Costa. È sicuramente una spiaggia comoda anche per famiglie visto che il fondale è digradante e la spiaggia sabbiosa.

da sito Costance

La spiaggia di Anse Volbert e Cote d’Or

Sulla costa est di Praslin potrete trovare queste due spiagge lunghissime che sono il prolungamento l’una dell’altra.
Quella di Cote d’Or è la spiaggia più conosciuta di Praslin perché è qui che sorgono la maggior parte delle strutture alberghiere e dove avrete modo di trovare anche dei ristoranti e piccoli negozi con generi di prima necessità.
Indimenticabili le passeggiate al tramonto lungo la spiaggia, in totale tranquillità e con solo due suoni a farvi compagnia, quello del mare e le risate dei bambini dei villaggi locali che giocano felici sulla sabbia.
Sia Anse Volbert che Cote d’Or sono perfette anche per le famiglie con bambini grazie al loro fondale digradante ed al mare prevalentemente calmo.

Anse la Farine

La baia di Anse la Farine è un’altra spiaggia paradisiaca che renderà indimenticabile il vostro viaggio alle Seychelles.
Si può raggiungere solo in barca da Baie St Anne ma, se siete ospiti del resort New Emerald Cove, potrete usufruire di un servizio navetta gratuito. Come per la spiaggia di Anse Georgette, l’ingresso è permesso anche a chi non soggiorna nel resort ma va richiesto con molto anticipo il permesso.
La sua bellezza è data proprio dal suo paesaggio naturale ed incontaminato. Il tratto di spiaggia è molto grande e, vista la poca affluenza di persone, vi sembrerà quasi di trovarvi in un’isola deserta con un mare trasparente a vostra disposizione.

dal sito New Emerald Cove

Raggiungere La Digue da Praslin

Durante il vostro viaggio alle Seychelles, non può mancare la visita di La Digue, terza isola in ordine di grandezza.
Potete decidere di visitarla in un giorno oppure fermarvi qualche giorno e pernottare in uno dei suoi meravigliosi hotel.
Si può raggiungere dal porto di Praslin in traghetto, impiegando circa 45 minuti.
Il biglietto è acquistabile direttamente al porto e vi consiglio di non prenotarlo con troppo anticipo perché il meteo è spesso variabile e, in caso di mal tempo, i traghetti potrebbe non partire.
La navigazione da Praslin a la Digue non durerà molto ma avrete tutto il tempo per rilassarvi un po’ all’interno del traghetto oppure ammirare l’oceano dal ponte esterno.

Non perdete il momento dell’arrivo al porto perché è davvero indimenticabile.
Inaspettatamente, il mare è stupendo e di un blu intenso anche nella zona porto. Tanti puntini lontani ed incomprensibili, si riveleranno delle piccole e coloratissime barche attraccate al molo. Non preoccupatevi se, appena scenderete dalla nave, sarete sommersi da proposte di locali che vogliono affittarvi una bicicletta. E’ l’unico mezzo per spostarsi sull’isola di La Digue e, vi assicuro che sarà divertentissimo. Prendetevi un po’ di tempo per ambientarvi ed ammirare il vivacissimo porto, poi noleggiate la vostra bici e con la cartina, partite alla scoperta dell’isola.

Come raggiungere la spiaggia di Anse Souse d’Argent

Nonostante La Digue sia molto piccola, le spiagge da visitare non mancano. Se vi fermate solo per un giorno, correte subito a vedere la bellissima Anse Souse d’Argent.
A bordo della vostra bici, seguite la strada principale fino a raggiungere la Union Estate, un’ex piantagione di cocco e vaniglia dove vi sarà possibile ripercorrere un po’ del passato coloniale di queste isole. Lungo il sentiero, non mancheranno gli incontri con i locali, soprattutto i bambini che, in piccoli gruppi, raggiungono la scuola più vicina.
L’accesso alla Union Estate è a pagamento (circa 10 euro in moneta locale) ma vale assolutamente la spesa. Basterà seguire la strada sterrata che attraversa le piantagioni di palme da cocco e di vaniglia e sarà impossibile non rimanere colpiti dalle deliziose profumazioni che attiveranno il vostro olfatto. Prima di raggiungere la tanto attesa spiaggia, fermatevi a fare un saluto alle tartarughe giganti, tipiche di queste isole. Trovarle non sarà difficile; si trovano proprio di fronte all’imponente Monolite di granito, dichiarato Simbolo Nazionale delle Seychelles.
Lasciate le bici ed incamminatevi verso l’ingresso della spiaggia. Non crederete ai vostri occhi, ne sono certa.

Anse Souse d’Argent è la spiaggia più conosciuta delle Seychelles e, dopo averla vista, ho capito il perché. Quello che colpisce subito è il suo contrasto di colori. Il mix perfetto tra il blu e l’azzurro dell’acqua ed il verde dei piccoli cespugli che sbucano tra i massi granitici sparsi sulla spiaggia di sabbia bianca. La natura si è davvero impegnata in questo angolo di mondo ed è riuscita a creare un piccolo eden dove il mare, sempre calmo e poco profondo, si contende la scena con i maestosi e quasi irreali massi granitici dalle mille sfumature di grigio.
Già so che non vorrete mai andar via da qui ma, prima o poi, arriverà l’ora di tornare al porto. Lasciatevi un po’ di tempo per riconsegnare la vostra adorata bici, compagna per un’intensa giornata e magari rilassarvi in uno dei bar prima di ripartire alla volta di Praslin.

Spiaggia di Anse souse d'argent con mare azzurro e massi granitici di color grigio