Ammetto di aver scoperto Breslavia per caso. Cercavo un volo economico, comodo ed ho trovato questa piccola città polacca che mi ha subito incuriosito. In fondo, se si pensa alla Polonia, Breslavia (Wroclaw in lingua originale) non è sicuramente la prima destinazione che viene in mente ma, avendola visitare da poco, posso dirti che è la città adatta per trascorrere un breve soggiorno. Quindi, nel caso ti interessasse organizzare un week end a Breslavia, ecco alcuni consigli su cosa vedere in 2 giorni.

Week end a Breslavia: come raggiungerla

Breslavia si trova nel versante occidentale della Polonia, vicino al confine con la Repubblica Ceca e la Germania. L’aeroporto, raggiungibile con voli low cost, è stata la sua salvezza visto che le grandi città, come Cracovia, Katowice e Varsavia distano circa 4 ore in auto. Le dimensioni della città la rendono meta perfetta per uno short week end incentrato unicamente su di lei. Invece, per un soggiorno più lungo, potresti aggiungere qualche giorno a Cracovia, come ho fatto io e spostarti poi con un comodo servizio Flixbus.
L’aeroporto dista dal centro circa 20 minuti in auto. Potrai scegliere se utilizzare un taxi, con una spesa di circa 9/10 euro a tratta oppure prendere il bus di linea. Il costo, in questo caso, è di circa 2 euro a persona.

Cosa vedere a Breslavia in 2 giorni

Come anticipato, date le dimensioni della città, è facile visitare Breslavia in un week end. Tra le cose da vedere c’è sicuramente la Piazza del Mercato (Rynek), il fulcro e cuore pulsante della città. E’ uno di quei posti che ci si aspetta di trovare in una fiaba; case dai colori pastello che si affacciano sulla piazza lastricata dove potrai trovare ristoranti, bar, e comode panchine dove riposarti dopo lunghe camminate. Al suo centro si trova il Municipio (Rathaus), un edificio costruito tra il XIII e il XVI secolo dallo stile gotico, in netta contrapposizione alle eleganti residenze che lo circondano. Questa struttura ospita il Museo d’arte borghese, visitabile dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17 e la domenica dalle 10 alle 18.
Soprattutto durante le giornate di sole, quando la luce illumina le facciate delle case e ne fa risplendere il colore, quello che troverai di fronte a te, ammirando la piazza, è un’immagine da cartolina.

Il Ponte delle Penitenti

Se vuoi ammirare la città da un punto di vista diverso, non puoi perdere il Ponte delle Penitenti (Mostek Pokutnik), il ponte tra le due torri della Cattedrale di Santa Maria Maddalena.
Ricostruito nel 2001, dopo essere stato distrutto durante la seconda guerra mondiale, questo ponte ha un’altezza di 45 metri. Attraverso una piccola porta alle spalle della cattedrale, si accede in un piccolo negozio di souvenir dove è possibile acquistare il biglietto per il ponte. La tariffa è di circa 2 euro e andranno come offerta alla chiesa.
I gradini da salire sono ben 240 ma, una volta in cima, la vista è mozzafiato e potrai ammirare la città di Breslavia 360°. Questo passaggio è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19.

Come mai viene definito Ponte delle Penitenti?

La legenda racconta di una bellissima ragazza di nome Tekla. Una tipa vanitosa il cui unico interesse era farsi bella, andare alle feste e non aveva alcuna intenzione di sposarsi e creare una famiglia. I genitori, disperati, cercano di farla ragionare ma senza successo. Una notte, la bella Tekla viene rapita e portata sul ponte tra le due torri della Cattedrale di Santa Maria Maddalena per scontare la sua punizione: continuare a pulire questo passaggio per il resto della vita.
Gli anni passano così come la sua giovinezza ed il suo fascino. Non riuscendo più a pulire da sola, arriva in suo soccorso la giovane strega Martynka che si affeziona a lei e decide di fare qualcosa per liberarla. Per caso, incontra un vecchio uomo che aveva perso i suoi occhiali e, gentilmente, si appresta ad aiutarlo. L’uomo si scopre essere un grande mago che promette di esaudire un suo desiderio per sdebitarsi con la streghetta. Martynka decide di rompere la punizione di Tekla ma non fa in tempo a tornare al ponte che la signora è già sparita.
Ora, il Ponte delle Penitenti rappresenta un simbolo della città e un monito per tutte le ragazze.

L’Isola di Sabbia

Ti consiglio di visitare questa parte della città per ultima, senza fretta. Non ci sono attrazioni particolari da visitare qui sull’Isola di Sabbia (Wyspa Piasek), una delle isole sul fiume Oder ma la parte più bella è proprio questa. Potrai prenderti del tempo per girovagare con calma tra le sue stradine che sembrano essersi fermate ad anni passati, respirare un po’ della tranquillità che questo quartiere trasmette e riprenderti dalla frenesia del vicino centro città.
Puoi raggiungerlo attraversando due ponti: il Ponte di Sabbia, riconoscibile dal suo colore rosso e dalla sua struttura in ferro oppure il Ponte Tumski, chiamato “degli Innamorati” per i lucchetti che le coppie lasciano come promessa d’amore.
Da lontano noterai subito il campanile della Chiesa di Nostra Signora sulla Sabbia e avvicinandoti, potrai ammirare la sua maestosa facciata. Di sera è illuminata da un fascio di luce che crea un incredibile gioco di luci e ombre.
Il suo interno è molto più semplice, forse anche un po’ vuoto rispetto alle aspettative che si hanno dall’esterno.

Una particolarità di questo quartiere è visibile solo al calar del sole. Qui ad Isola Tumski, la figura del latarnik, l’addetto ai lampioni, non è mai scomparsa. Prima del tramonto, si aggira vicino alla Chiesa con il compito di accendere gli antichi lampioni che possiedono ancora l’originale impianto a gas, messo in funzione nel 1847.

Cosa fare a Breslavia: il tour degli gnomi

Devi sapere che Breslavia è disseminata di tanti gnomi. Si tratta di statue di varie dimensioni sparse in diversi punti della città. Di solito si notano perché molti turisti si fermano a fotografarli ma ti consiglio di guardarti intorno, cercando verso il basso ma anche in alto (alcuni sono arrampicati sui lampioni).
La loro presenza risale al periodo chiamato “Alternativa Arancione” legato al movimento anti-comunista degli anni ’80. I componenti di questo movimento facevano propaganda con scritte sui muri che venivano puntualmente eliminate.
Perciò, al loro posto, si decise di trovare un simbolo “pacifico” per esprimere il dissenso. Cominciarono a comparire disegni di gnomi sui muri fino a che, nel 1988, venne organizzata una protesta per le vie di Breslavia dove i partecipanti indossavano un cappello da gnomo.

Per ricordare questo movimento ed il periodo storico a cui era legato, nel 2001 venne apposta la prima statua di uno gnomo in città. Ora se ne possono trovare tantissime, in varie pose e materiali. Questi piccoli gnomi sono davvero buffi ed è divertentissimo andarli a cercare per la città. Ormai sono diventati anche uno strumento pubblicitario dopo che, alcuni commercianti, decisero di usarli di fronte ai loro negozi.

Week end a Breslavia: cosa vedere in 2 giorni

Se avrai un po’ di tempo libero durante il tuo week end a Breslavia, ti consiglio altri due posti da vedere. Il primo è il Museo delle Illusioni che si trova Isola Tumski. E’ aperto tutti i giorni, dalle 10 alle 19, ad eccezione della domenica con chiusura alle 20. Il costo del biglietto è di circa 10 euro (50 zloty) e puoi trovare maggiori informazioni a questo link. A sud della città si trova anche lo Zoo di Breslavia. E’ davvero grande e il più vecchio della Polonia, inaugurato nel 1865. L’area che attrae la maggior parte dei visitatori è l’Africarium, l’unico oceanario che si concentra solamente sulla fauna africana. E poi potrai vedere tante specie rare ed esotiche come il lamantino, l’okapi, l’orso cuscus, la tartaruga dal collo lungo oppure il panda minore.
Il biglietto di ingresso ha un costo di circa 11 euro (55 zloty) ma ci sono sconti per bambini e per famiglie. Lo zoo è aperto tutto l’anno, anche durante i festivi dalle ore 9 alle 16, mentre nel week end fino alle 17.

Mercatini di Natale a Breslavia

Organizzare un week end a Breslavia durante il periodo natalizio ti permetterà di ammirarla sotto un’altra luce.
La Piazza del Mercato si riempie con casette di legno che ospitano i mercatini natalizi e dalla mattina alla sera è possibile fare acquisti di artigianato, ammirare le sfavillanti decorazioni, provare prodotti tipici preparati al momento o riscaldarsi con un ottimo vin brule.
L’atmosfera natalizia si avverte, forte e chiara e in un attimo si torna bambini, affascinati dalle innumerevoli luci, dalla musica e dal profumo di biscotti e breztel caldi.
Il periodo in cui sono attivi i Mercatini di Natale a Breslavia va da metà novembre a fine dicembre ma ti consiglio di ricontrollare sempre su siti ufficiali per riconferma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.